Don Bosco e i suoisogni profetici

di Marina Commenta

Sono stati molti i personaggi biblici che hanno avuto in sogno messaggi da Dio. In tempi un pò più recenti  possiamo ricordare un molto devoto bambinetto di circa nove anni Giovanni Bosco, che fece un sogno che più tardi ritenne profetico.

In quel sogno Giovanni prendeva a pugni una banda di ragazzini cattivi perchè bestemmiavano, ma quando stava per farlo gli apparve un uomo, una figura luminosa che lo spronò a convincere i ragazzi non con la violenza, ma con la dolcezza.

Giovanni aveva chiesto alla figura luminosa chi fosse e questo aveva risposto che era figlio della donna che il ragazzino pregava tutte le sere, in pratica della Madonna. E allora lui era Gesù. In seguito ebbe anche l’apparizione della Madonna stessa.

Più tardi Giovanni, nell’apparizione della Madonna, ebbe una sorta di conferma alla prima. La signora avvolta nel manto scintillante gli mostrò delle bestie feroci tramutarsi in agnelli e gli disse che lui avrebbe dovuto fare lo stesso per i sui figli.

Giovanni divenne sacerdote e fondò una casa per i ragazzi e la Congrega dei Salesiani, religiosi che portano gli insenamenti cristiani tra i giovani. Giuseppe Bosco divenne Don Bosco. Il sacerdote durante la sua vita fece davvero molti sogni profetici.

Era così a volte gli capitava di sognare i peccati che il penitente non gli aveva ancora confessato e ritrovarsi poi a sentirseli raccontare in seguito. Ma non era tutto qui. Riusciva a prevedere la morte, difatti gli capitò di farlo con alcuni dei suoi ragazzi.

Don Bosco è un personaggio veramente molto conosciuto nell’ambito della chiesa, ma anche del popolo che lo ricorda. Morì nel 1888, ma fu canonizzato solamente nel 1934, un bel pò di anni dopo la sua scomparsa. Don Bosco era un sacerdote che sapeva parlare ai ragazzi ed era anche un pò anticonvezionale, li confessava al di fuori del confessionale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>